Menu Chiudi Menu

PASQUA UN MISTERO DA CELEBRARE E VIVERE

resurrezione

Ogni anno la Chiesa ci invita a vivere questo mistero della nostra redenzione. anche questo anno dopo il cammino quaresimale siamo pronti a celebrare la pasqua del Signore che è il centro di tutto l’anno liturgico e il cuore della nostra fede cristiana. Questo mistero ci invita a vivere la nostra fede nella resurrezione. Questo mistero ci insegna a misurare e a regolare il nostro cammino con Cristo risorto. In questo tempo pasquale noi siamo invitati a imparare da Cristo risorto per affrontare la nostra vita quotidiana con la speranza, perché possiamo vivere e annunciare con gioia la nostra fede. Spesso il mondo di oggi, ci presenta i lati oscuri dell’umanità. Un mondo senza speranza e un mondo di violenza. Le immagini che arrivano a noi, ogni giorno attraverso il mondo multimediale alla nostra casa ci raccontano di un mondo violento, triste, cattivo. E in conseguenza noi esprimiamo la nostra rabbia oppure la nostra simpatia e ci chiudiamo dentro di noi. Diceva Papa Paolo VI nell’esortazione apostolica Gaudete in Domino nel 1975 ‹‹La società tecnologica ha potuto moltiplicare le occasioni di piacere, ma essa difficilmente riesce a procurare la gioia››, queste parole sono vere ancora ai nostri giorni, aumentano i modi e le vie per essere felice però ci lasciano sempre con un vuoto dentro di noi. Vediamo un mondo luminoso, moderno che sorride a noi come se il buio non esistesse più. Però ci sono tante persone che ancora nella solitudine, nella paura e nel buio. Viviamo in un mondo meccanico e senza amore.

Il cristiano che vive la Pasqua è colui che fa l’incontro con Cristo. Questo incontro ci guida ad essere uomini liberi e uomini nuovi. Perciò in questo tempo pasquale liberiamoci dalle paure perché il Cristo risorto oggi ci invita a non avere paura come aveva annunciato ai discepoli dopo pasqua “Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. È risorto, non è qui”. Se noi cerchiamo il Cristo morto non lo troveremo perché è risorto. Cerchiamo il Cristo della pasqua per essere trasformati da Lui. Dice Papa Francesco nella Evangelii Gaudium ‹‹Ci sono cristiani che sembrano avere uno stile di Quaresima senza Pasqua››. Noi non siamo i cristiani che si fermano al Venerdì Santo, noi siamo i cristiani della Pasqua. Perché Cristo è risorto, perciò la falsità e la negatività non possono tenere prigionieri, l’uomo della pasqua. Celebrando Cristo ristoro impariamo a fare questo passaggio dal dolore alla speranza e dalla tristezza alla gioia, dalla paura alla fiducia. Ci sono le persone che si fermano alla tristezza per i motivi gravi che hanno dovuto vivere, però in questo tempo della festa permettiamo alla gioia della fede di svegliarsi, di darci forza per ricominciare. Chi fa l’incontro con il risorto riceve il grande dono della pace che nasce dalla Sua sofferenza e della morte. Con questo dono accendiamo una Luce che brucia il male e dona la speranza nei nostri cuori e nel mondo intero.

Buona Pasqua

Padre Felix OMD

27 marzo 2018 | Cronache, Spiritualità

Comments are closed.